Bilinguismo
Leave a comment

Chameleon Reader: la penna magica per imparare le lingue

Chamaleon Reader

Ho scoperto il miglior regalo per la famiglia bilingue

Quando si cercano materiali per introdurre una seconda lingua in famiglia, è un po’ sempre una caccia al tesoro. In Italia, dove, diciamocela tutto, la sensibilità sull’apprendimento delle lingue straniere è ancora all’inizio, è difficile anche solo trovare libri in inglese nelle librerie. Quando mi sono imbattuta in rete nel Chameleon Reader, presentato proprio come uno strumento per crescere bambini “multilingue”, ho avuto un sobbalzo, e, da incontinente dello shopping, ho dovuto subito provarlo. Gli scenari d’uso di questo strumento sono incredibili: dai libri, fondamentali per acquisire una seconda lingua, alla musica, fino alla possibilità di portare con sé, in uno spazio ridottissimo, una quantità enorme di materiale nella seconda lingua, in viaggio, in vacanza, al ristorante, o nella sala d’attesa del pediatra. Ora vi spiego a cosa serve.

Trasformate tutti i vostri libri in audio-libri multilingue

Partiamo dalla cosa che mi sta più a cuore, ovvero la lettura. Niente è comparabile alla lettura tra le braccia di un adulto, ma non si ha sempre la possibilità di essere fisicamente presenti. Tra l’altro, man mano che i bimbi crescono, spesso sfogliano i libri in autonomia, senza poterli ancora leggere. Chameleon Reader permette di trasformare tutti i libri dei vostri bambini in audio-libri, con la possibilità di registrare la lettura fino a 4 tracce in lingue diverse! Ho deciso di cominciare da uno dei nostri libri preferiti “The Storm Whale” di Benji Davies, per poi proseguire con “On Sudden Hill” di Linda Sarah. Dato che sto cominciando ad introdurre una terza lingua, ho registrato la lettura in Inglese, Italiano e Francese.

Non solo, abbiamo un sacco di libri che ci hanno regalato in italiano, e che ho sempre letto ai bambini in inglese. Dato che ora hanno 6 anni e cominciano a leggere, ho deciso di rendere trilingui anche questi libri: sarà interessante vedere come interagiranno con la lettura in italiano e l’audio in altre lingue. Tra l’altro con il francese abbiamo cominciato tardi, e uno strumento come questo mi permetterà di potenziare l’interesse e l’esposizione alla lingua, che presumibilmente studieranno alle scuole medie. Unico rimpianto aver scoperto Chameleon Reader solo ora: le potenzialità e i benefici per bambini più piccoli sono incredibili!

Leggi anche:
Auto traduzione, ovvero come creare una biblioteca bilingue

Non solo libri, anche musica per cantare nella seconda lingua

Ma se i libri sono fondamentali nell’esposizione alla seconda lingua, altrettanto è la musica. La penna Chameleon Reader funziona anche come un lettore Mp3, dove è possibile caricare un gran numero di canzoncine nella seconda lingua. E per tutelarci da incredibili mal di testa, quelli che vi vengono alla trecentesima volta che il pupo vuole ascoltare “Head Shoulders Knees and Toes”, la penna é dotata di un jack per cuffiette. La prima canzone che Giulio mi ha chiesto di caricare nella penna è “Don’t stop me now” dei Queen, confermandomi che tra le altre cose gli ho anche passato i geni del buon gusto musicale. Ho gongolato dato che qualche anno fa sosteneva che la sua canzone preferita fosse “One, two, three, four, five, once I caught a fish alive”!

Avere la seconda lingua in tasca per ogni occasione

Questo strumento permette di avere un accesso pressoché illimitato alle vostre risorse nella seconda lingua. I lunghi viaggi in auto, o in aereo non saranno più un problema. Basterà portare con sé la penna per ascoltare i propri audiolibri preferiti e le canzoncine che i vostri bambini preferiscono. Creando delle playlist potrete anche lasciar a casa il libro cartaceo e optare per il solo audio-libro.

Uno strumento didattico per gli insegnanti

Chamaleon Reader non si limita ai libri. Può essere usato con le flash cards, per esercitare la pronuncia, o per giochi interattivi con la musica. Non sono una maestra, ma non fatico ad immaginare come potrebbe essere usata per rendere multilingue un’infinità di materiali didattici e per rendere stimolanti e interattive le lezioni.

Oltre il bilinguismo, un legame con le persone lontane

La possibilità non è solo quella di creare materiale in più lingue, ma anche far ascoltare la voce di diverse persone. Se i vostri genitori vivono lontani o addirittura in un altro paese, si possono differenziare non solo le lingue, ma anche le persone che parlano. Il bambino può ascoltare lo stesso libro raccontato dalla nonna, dalla mamma, e dal papà, scegliendo di volta in volta la persona che legge. Ma non solo. Se uno dei genitori deve stare lontano da casa per un periodo, un viaggio di lavoro ad esempio, la vostra bambina o il vostro bambino potrà ascoltare la fiaba della buona notte direttamente dalle vostre labbra prima di addormentarsi.

Come acquistare Chameleon Reader

Inserite il codice promozionale piccolicamaleonti e riceverete una scorta extra di adesivi per creare materiale multilingue praticamente senza limite! Potete acquistare la penna direttamente dal sito Chameleon Reader cliccando QUI.

Pro e contro

Come ogni recensione che si rispetti eccovi con gli aspetti positivi e negativi di Chameleon Reader. Il sistema è molto semplice da usare una volta che si è imparato, ma, come per qualsiasi device elettronico, dovrete fare un po’ di pratica. Se leggete male il paragrafo di un libro, niente paura, si può ripetere la registrazione finché non vi soddisfa. Purtroppo le istruzioni non sono in italiano, e questo è sostanzialmente l’unico “contro”. Bisogna dire che, comunque avrei avuto difficoltà a capire il funzionamento avvalendomi del cartaceo. Fortunatamente sul sito trovate dei video tutorial estremamente chiari. Questi sono quelli che ho trovato più utili e che vi consiglio di seguire passo passo per imparare ad usare la penna.

Venendo invece ai “pro”:

  • E’ sicuramente un supporto ideale per bambini multilingue, ma è ottimo anche per imparare una lingua straniera in età scolare.
  • Lo strumento cresce con il bambino a seconda dei materiali a cui viene applicato.
  • Incoraggia la lettura in autonomia, creando momenti di gioco supplementari legati alla parola e alla lingua.
  • E’ un ottimo intrattenimento tecnologico che evita l’uso di schermi. Invece di ricorrere al cellulare, Chameleon Reader può essere una risorsa in momenti di crisi, per intrattenere il bambino ottenendo un duplice beneficio: un’attività utile e costruttiva e un momento di pace per mamma e papà.

Per dubbi o domande sull’uso di Chameleon Reader, non esitate a chiedere: siamo diventati degli esperti!

La vostra opinione ci interessa: fateci sapere cosa ne pensate e condividete la vostra esperienza

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.